Parte col piede giusto il campionato del Modena Calcio a 5. Battendo il Fossolo, come un anno fa, la squadra ora allenata da Nunzio Checa porta a casa i primi tre punti della stagione.
La partita sulla carta non era delle più facili, vista la caratura dell’avversario e l’infortunio occorso ad Alessio Cellurale a poche ore dal match, costringendo il tecnico gialloblù a ridisegnare l’assetto ‘under’ in campo. Checa decide di giocarsi subito la tattica ‘Cellurale’ sì, ma l’altro, Niccolò, che non ci mette poi molto a strappare il pallone dai piedi dell’avversario, sistemarselo sul sinistro e bucare Anfossi dopo mezzo giro d’orologio.
Il Fossolo non riesce a reagire alla batosta, con il Modena che in velocità trova anche il 2-0 firmato dal bomber spagnolo Jesus Dopico, che non impiega neanche un tempo a farsi conoscere ed ammirare dai suoi nuovi tifosi. Vezzani mai impegnato in pratica nella prima frazione di gioco, bene il Modena con la staffetta fra Michele Checa e Cellurale, che non sembrano far rimpiangere l’infortunato Alessio che nel frattempo li sostiene a squarciagola in tribuna.
Nella ripresa il copione sembra lo stesso, con i padroni di casa in avanti a trovare il 3-0 a firma AB3, il capitano Andrea Biasi che timbra per la prima volta in stagione, come a dimenticarsi che quella passata da 22 reti sia finita. Il Modena però non può star tranquillo, El Oirraq, giovane protagonista lo scorso anno in B con l’Imolese, riapre i giochi con un gran destro. L’espulsione di Spada complica i piani del Fossolo, perchè con la superiorità numerica il Modena cala il poker, è Checa a metterla dentro. Ancora El Oirraq ed un autorete di Vezzani riavvicinano pericolosamente il Fossolo sul 4-3 che potrebbe diventare pareggio quando Qerreti, che l’anno scorso con la maglia del Balça aveva segnato due reti al palamadiba, ha l’opportunità da tiro libero. Vezzani non si fa impensierire, para e lancia in contropiede Dopico che a tu per tu con Anfossi resta freddo e cala la manita modenese.
Nell’altalena di emozioni c’è ancora tempo per una rete quasi da centrocampo di Passarelli, ancora disattenta la retroguardia modenese.
Si chiude 5-4, il Modena può festeggiare con il suo pubblico una vittoria giunta al fotofinish. Genio e sregolatezza, questo il titolo alla prima uscita in campionato dei gialloblù, devastanti in fase offensiva ma troppo sornioni nelle retrovie.